Bonny RE della North West

La Road Race più importante dopo il famigerato Tourist Trophy che si corre sull’isola di Man, è senz’altro la North West 200, è una gara che si corre ogni anno a maggio nell’Irlanda del Nord. Si tratta di un tracciato stradale che visto dall’alto ricorda la figura geometrica del triangolo, e difatti è chiamato “The Triangle”, la lunghezza di ogni giro è pari a 14,3 km ed è velocissimo, basti pensare che 2012 il pilota Martin Jessopp ha fatto segnare una velocità di punta di 335 km/h in sella ad una Ducati 1098R. Ieri si è corsa la Supertwin ed il pilota bergamasco Stefano Bonetti in sella alla italianissima PATON ha vinto questa gara, diventando il primo pilota italiano a vincere questa importantissima gara. Bonetti lo conosciamo benissimo, pilota umile, prodigo di consigli anche per i suoi avversari e che più volte ha messo il suo sigillo sulla Poggio-Vallefredda, anzi se scorriamo l’albo d’oro della gara ciociara, in ben cinque edizioni ha fatto registrare il miglior tempo assoluto. C’è stato un momento molto triste per Stefano nel 2012, quando fu vittima di un incidente nel Gran Premio di Macao, che si corre nell’omonima città nel  sud-est asiatico, dove Bonny ebbe un problema ai freni, subì un intervento operatorio durato ben diciannove ore consecutive e tutti sinceramente pensammo che questo avesse scritto la parola fine sulla sua carriera, ed invece no, caparbiamente si riprese e dopo un periodo di convalescenza tornò in sella a disputare gare ed a vincere. E vederlo ieri sul gradino più alto della North West con le lacrime agli occhi mentre suonavano l’inno di Mameli, è stato veramente qualcosa di molto toccante. Sicuramente Stefano lo vedremo anche quest’anno nell’ultimo week end di giugno, quando si correrà la quindicesima edizione della Poggio-Vallefredda e siamo sicuri che gli sportivi ciociari gli tributeranno il giusto omaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *