Poggio-Vallefredda RINVIATA

Purtroppo le attuali restrizioni indotte dallo stato di emergenza per la pandemia COVID-19, ci hanno indotto a prendere una decisione sofferta riguardo allo svolgimento della Poggio-Vallefredda 2020, che come sapete tutti era in programma per giugno 2020. Il M.C. franco Mancini ha comunicato alla FMI ed alla FIM Europe il rinvio della gara al mese di ottobre 2020, nella speranza che l’emergenza in tale periodo sia finita e si possa svolgere la gara.

Attualmente nel CIVS oltre al rinvio della Poggio-Vallefredda si registra anche il rinvio della Leccio-Reggello, mentre nel Campionato Europeo risultano rinviate a data da destinarsi Landshaag (Austria), Julbach (Austria) ed annullata Boecourt (Svizzera). Ora non resta che attendere e sperare in un miglioramento della situazione che ci riporti alla normalità.

Il COVID-19 prende Pascual Molina Ramos

L’avevamo conosciuto qualche anno fa alla rievocazione storica della Colleferro-Segni, insieme a sua moglie.Era una persona squisita, disponibile, amante delle moto in generale e più specificatamente del marchio italiano Morini, di cui aveva un esemplare con cui disputava le gare. Giornalista della rivista spagnola Motociclismo Clasico. Amava le gare in salita, a settembre 2019 insieme a Lucia Alonzi e con foto della fotografa belga Alexandra Dieperreux, aveva scritto e pubblicato un bellissimo articolo su Isola del Liri e sulla Poggio-Vallefredda. Ci eravamo sentiti nel mese di Febbraio 2020 e mi aveva confermato la sua presenza insieme con altri piloti spagnoli alla Poggio-Vallefredda. Da buon altruista si era già messo in movimento per organizzare anche la trasferta e la logistica per una gara in salita in Spagna a cui avremmo dovuto partecipare a settembre insieme. Circa dieci giorni fa, alcuni piloti spagnoli mi avevano informato del ricovero in ospedale dell’amico Pascual, positivo al COVID-19, poi ieri sera è giunta la triste notizia. Una grave perdita per il motociclismo ed ancora più grave per il motociclismo spagnolo e più specificatamente per le gare in salita spagnole.

Ciao amico mio riposa in pace.

Lo conocimos hace unos años en la conmemoración histórica de Colleferro-Segni junto con su esposa. Era un amante de las motocicletas exquisito, servicial y, más específicamente, de la marca italiana Morini, de la que tenía un espécimen con el que competía. G Periodista de la revista española Motociclismo Clásico. Le encantaron las carreras cuesta arriba, en septiembre de 2019, junto con Lucia Alonzi y con fotos de la fotógrafa belga Alexandra Depierreux, había escrito y publicado un hermoso artículo sobre Isola del Liri y Poggio-Vallefredda. Nos conocimos en febrero de 2020 y él me confirmó su presencia junto con otros corredores españoles en Poggio-Vallefredda. Como buen altruista, ya había comenzado a moverse para organizar el viaje y la logística de una carrera cuesta arriba en España en la que deberíamos haber participado juntos en septiembre. Hace unos diez días, algunos pilotos españoles me informaron sobre la hospitalización de su amigo Pascual, positivo para COVID-19, y la noche triste llegó la triste noticia. Una pérdida grave para el motociclismo y aún más grave para el motociclismo español y más específicamente para las carreras cuesta arriba españolas. Hola mi amigo, descansa en paz.

Poggio-Vallefredda fa proseliti in Spagna

Ha destato stupore e successo l’articolo pubblicato sul mensile MOTOCICLISMO CLASICO in Spagna dal titolo “Isola del Liri Las cascatas de agua y las motos” e sembra aver suscitato molto interesse nei piloti spagnoli.

Difatti diversi piloti si sono messi in contatto con il M.C. Franco Mancini 2000 per avere informazioni maggiori per la gara e per fare l’iscrizione.

Quindi quest’anno, la gara che ricordiamo avrà valore per il Campionato Italiano di Velocità in Salita (CIVS) ed anche per il campionato Europeo Vintage, vedrà al via anche diversi piloti spagnoli.

La gara si svolgerà nell’ultimo week end di giugno

CENA SOCIALE ED ASSEMBLEA ORDINARIA 2020

Il giorno 15 febbraio p.v. presso il ristorante Lefebvre ad Isola del Liri, si svolgerà l’assemblea ordinaria e l’annuale cena sociale. Nel corso della serata, verrà presentato il programma 2020, verranno premiati i piloti della stagione agonistica 2019, verrà consegnato il Premio Mimmantonio e verrà effettuata l’estrazione della riffa sociale.

La cena è aperta a tutti, l’importante è prenotare in modo da poter gestire al meglio la serata.

Per le prenotazioni:

338/3330370 (Williams),  francomancini2000@hotmail.it oppure sulla pagina facebook: Moto Club Franco Mancini 2000

VENERDI 7 GIUGNO LA PRESENTAZIONE IN PIAZZA !!!

Ormai la marcia di avvicinamento alla Poggio-Vallefredda 2019, corre spedita verso il suo traguardo, e come d’abitudine uno dei tasselli fondamentali sarà la presentazione ufficiale in piazza ad Isola del Liri. Si svolgerà nella serata di venerdi 7 giugno p.v. insieme alla gara verranno presentati anche i piloti del M.C. Franco Mancini 2000 che vi prenderanno parte. Si tratta di un appuntamento consolidato che tutti gli sportivi attendono con ansia, anche per scoprire le novità che la Poggio-Vallefredda 2019 ci riserverà. La conduzione di questa serata, come al solito sarà affidata a Leon di Radio Move Mania, ad Alessandro Biagi di Radio Day e a Lucia Alonzi che intervisterà a caldo i piloti. In uno scenario incantevole e molto racing, i piloti sfileranno uno alla volta lungo il corso per confluire in Piazza De Boncompagni. Dopo la presentazione alla stampa svoltasi venerdi 24 maggio u.s. con diretta radio della trasmissione Motor Day, dalla sala conferenze di Real Caffè a FR, sarà questa tradizionale presentazione in piazza l’evento più significativo prima di arrivare alla gara vera e propria. Gara che si annuncia molto combattuta e con tanti piloti stranieri che partecipano all’Europeo che già hanno fatto pervenire la propria iscrizione.

25/05/19 PRESENTAZIONE UFFICIALE POGGIO-VALLEFREDDA 2019

SI TERRà VENERDI PROSSIMO 24 MAGGIO ALLE ORE 19,00 PRESSO LA SALA CONFERENZE DELLO STABILIMENTO REAL CAFFE’ IN VIA SELCI A FROSINONE, LA PRESENTAZIONE DELLA 15MA EDIZIONE DELLA CRONOSCALATA MOTOCICLISTICA “POGGIO-VALLEFREDDA” GARA DI VELOCITA’ IN SALITA CHE SI DISPUTERA’NEL WEEK END DAL 27 AL 30 GIUGNO 2019 E CHE ANCHE QUEST’ANNO SARA’ VALIDA PER IL CAMPIONATO EUROPEO DELLA SPECIALITA’ OLTRE CHE PER IL CAMPIONATO ITALIANO VELOCITA’ IN SALITA. UN ALTRO TASSELLO E’ STATO COMPOSTO NEL MOSAICO ORGANIZZATIVO DI QUELLA CHE E’ SICURAMENTE LA GARA MOTOCICLISTICA PIU’ IMPORTANTE NELLA NOSTRA ZONA. UN EVENTO UNICO NEL SUO GENERE NEL CENTRO-SUD ITALIA, CHE DA CINQUE ANNI A QUESTA PARTE HA AVUTO IL RICONOS CIMENTO DI AVERE LA VALIDITA’ DELLA PROPRIA MANIFESTAZIONE ANCHE PER IL CAMPIONATO EUROPEO DI VELOCITA’ IN SALITA. TRA I TRIONFATORI DELLA “POGGIO-vALLEFREDDA” SPICCA SOPRATUTTO STEFANO BONETTI, MIGLIOR ITALIANO NEI TEMPI MODERNI NEL ” TOURIST TROPHY” E VINCITORE LA SCORSA SETTIMANA DELLA MITICA “NORTH WEST 200”, LA CORSA SU STRADA PIU’ IMPORTANTE INSIEME ALLO STESSO TT. I DETTAGLI DELLA MANIFESTAZIONE, PERCORSO, PROTAGONISTI, EVENTI COLLATERALI, SARANNO SVELATI NEL CORSO DELLA PRESENTAZIONE PRESSO LA SEDE DELLA REAL CAFFE’, ANCHE QUEST’ANNO TRA I MAIN SPONSOR DELLA GARA, PRESENTAZIONE CHE VERRA’ TRASMESSA IN DIRETTA RADIO E FACEBOOK DAL MEDIA PARTNER RADIO DAY NEL CORSO DELLA TRASMISSIONE MOTR DAY CONDOTTA DA ALESSANDRO BIAGI.

Bonny RE della North West

La Road Race più importante dopo il famigerato Tourist Trophy che si corre sull’isola di Man, è senz’altro la North West 200, è una gara che si corre ogni anno a maggio nell’Irlanda del Nord. Si tratta di un tracciato stradale che visto dall’alto ricorda la figura geometrica del triangolo, e difatti è chiamato “The Triangle”, la lunghezza di ogni giro è pari a 14,3 km ed è velocissimo, basti pensare che 2012 il pilota Martin Jessopp ha fatto segnare una velocità di punta di 335 km/h in sella ad una Ducati 1098R. Ieri si è corsa la Supertwin ed il pilota bergamasco Stefano Bonetti in sella alla italianissima PATON ha vinto questa gara, diventando il primo pilota italiano a vincere questa importantissima gara. Bonetti lo conosciamo benissimo, pilota umile, prodigo di consigli anche per i suoi avversari e che più volte ha messo il suo sigillo sulla Poggio-Vallefredda, anzi se scorriamo l’albo d’oro della gara ciociara, in ben cinque edizioni ha fatto registrare il miglior tempo assoluto. C’è stato un momento molto triste per Stefano nel 2012, quando fu vittima di un incidente nel Gran Premio di Macao, che si corre nell’omonima città nel  sud-est asiatico, dove Bonny ebbe un problema ai freni, subì un intervento operatorio durato ben diciannove ore consecutive e tutti sinceramente pensammo che questo avesse scritto la parola fine sulla sua carriera, ed invece no, caparbiamente si riprese e dopo un periodo di convalescenza tornò in sella a disputare gare ed a vincere. E vederlo ieri sul gradino più alto della North West con le lacrime agli occhi mentre suonavano l’inno di Mameli, è stato veramente qualcosa di molto toccante. Sicuramente Stefano lo vedremo anche quest’anno nell’ultimo week end di giugno, quando si correrà la quindicesima edizione della Poggio-Vallefredda e siamo sicuri che gli sportivi ciociari gli tributeranno il giusto omaggio.

ZACCARDI REGINA DI LANDSHAAG

Il Campionato Europeo Velocità in Salita di motociclismo (Hill Climb European Championship), è iniziato domenica scorsa in Austria, con la famosa gara Landshaag-St.Martin. A difendere il vessillo ciociaro, c’erano tre piloti, licenziati con il M.C. Franco Mancini 2000, si tratta della romana Simona Zaccardi in gara nella classe 600 stock in sella ad una Honda CBR600RR, il volterrano Marco Vigilucci nella classe 250 in sella ad una Aprilia 250 ed infine il ciociaro Williams Alonzi (Willy) nella classe Superbike in sella ad una Aprilia RSV1000. Alla fine tutti e tre i piloti del sodalizio ciociaro sono riusciti a centrare l’obbiettivo di racimolare punti, in questa che sicuramente è la gara più difficile dell’intero Campionato Europeo. Un plauso in particolare però va a Simona Zaccardi, che a fine gara ha regolato le altre rappresentanti del gentil sesso ed è stata premiata come pilota femminile più veloce di Landshaag 2019. Oltre trecento i piloti partecipanti, che hanno fatto divertire ed emozionare i tantissimi spettatori presenti. La gara è stata caratterizzata da un meteo incerto con cielo sempre coperto da nubi che nel corso della seconda manche verso la fine hanno portato anche qualche goccia di pioggia, rendendo ancora più insidioso il percorso, diverse le cadute, una anche abbastanza violenta, tanto che è dovuto intervenire l’unita di eliambulanza per trasportare il pilota nell’ospedale più vicino e con gara sospesa per oltre trenta minuti. I piloti concorcordano nel dire che la motivazione delle cadute forse è da imputare alla temperatura rigida che non permetteva di avere il giusto grip con l’asfalto. Per Vigilucci e Zaccardi era la prima volta che vedevano il tracciato austriaco, mentre per Willy era la seconda volta. Per il trio italiano, dopo una partenza in sordina nelle prime prove del sabato, poi è stato un crescendo con tempi che man mano si abbassavano, e tutti e tre sono convinti che il cronometro ancora non dice la verità, ma con qualche altro turno i tempi si sarebbero abbassati ancora. Comunque il trio di piloti del M.C. Franco Mancini 2000 traccia un bilancio abbastanza soddisfacente e per tutti c’è la convinzione che venire via da una gara ostica come quella di Landshaag con dei punti nel carniere sia un buon risultato.

M.C. Franco Mancini presente nel CIV con Onorio Iacobelli

Tra virgolette possiamo dire che si tratta di un figlio d’arte, il papà Tommaso è stato un buon pilota, che ha colto diverse vittorie, ma ora è arrivato il momento di passare la mano ed a raccoglierne l’eredità è il figliolo Onorio. Residenti a Casalvieri, ma licenziati con il M.C. Franco Mancini 2000 di Isola del Liri, quest’anno Onorio Iacobelli debutterà nella SSP 300 del CIV, ovvero la massima espressione del motociclismo nazionale ed il giusto trampolino per approdare in campionati ancora più importanti. Onorio Iacobelli, assistito dal J Angel Racing Team, gareggerà in sella ad una Yamaha R3 2019. Nei test di Valencia, Onorio nonostante fosse la prima volta che vedeva quella pista, ha subito avuto un buon feeling con la moto, dimostrando le sue buone doti. Oltre alla preparazione del J Angel Racing Team, la moto sarà supportata direttamente dalla casa madre “YSS Racing fa Rory” per quanto riguarda le sospensioni. La classe SSP300, è sicuramente una delle più battagliate del CIV, difatti spesso in un fazzoletto di pochi decimi si ritrovano a lottare a volte anche dieci piloti e spesso si vedono arrivi in volata, quindi è una classe che richiede coraggio ed acume tattico e tecnico. Chiaramente impegni del genere sono molto onerosi e quindi un sentito ringraziamento va agli sponsor che supportano Onorio. A Iacobelli infine va anche un grosso “in bocca al lupo” da parte di tutto il direttivo del M.C. Franco Mancini 2000.